4 Ott 2021

Come pulire i serramenti in PVC

I serramenti in PVC si distinguono per le loro prestazioni eccellenti, che risaltano ulteriormente a fronte di un prezzo inferiore rispetto ad altri materiali, e per l’elevata resistenza, che li fa durare anche 30 anni mantenendo pressoché inalterati i livelli prestazionali originali.

Ciò non significa che i serramenti in PVC siano totalmente immuni all’azione degli agenti esterni: nell’arco dei tre decenni serve della manutenzione per mantenerli al top delle performance, ma si tratta di interventi di piccola entità con ridotta frequenza, che si possono facilmente eseguire in autonomia.

L’operazione più semplice, ma anche quella più efficace per proteggere i serramenti in PVC, è la rimozione della sporcizia accumulata: smog, residui di acqua piovana, detriti e polveri si depositano sulla superficie esterna e sulle parti interne, e se lasciati lì possono danneggiare, lentamente, ma inevitabilmente, la finestra.

Vediamo quindi come pulire i serramenti in PVC.

Rispetto ad altri materiali, il PVC richiede una manutenzione meno frequente: il minimo consigliato è di due volte all’anno, anche se dipende dal luogo di installazione, visto che in località con alti livelli di smog e appartamenti a piani bassi le polveri si accumulano più rapidamente e quindi sarà necessaria una frequenza maggiore.

Anche in questo caso, però, non c’è da preoccuparsi: a differenza di altri materiali, le operazioni sono rapide e sono sufficienti prodotti e strumenti che si possono trovare facilmente in casa, azzerando quindi i costi e la fatica di procurarsi materiale ad hoc.

Nello specifico, sono sufficienti panni in microfibra, carta da cucina o di giornale, acqua calda in due contenitori separati e comuni detergenti domestici: attenzione, però, ai prodotti aggressivi, bisogna evitare solventi, alcol e acidi.

Per pulire i serramenti in PVC è sufficiente:

  • Preparare una soluzione di acqua e detergente in uno dei contenitori;
  • Inumidire uno dei panni con la sola acqua e passarlo sul telaio, sul vetro e sulle superficie interne per iniziare a rimuovere i detriti e ammorbidire i depositi; risciacquare il panno quando necessario e inumidirlo nuovamente;
  • Prendere un altro panno in microfibra e inumidirlo con la soluzione di acqua e detergente, e ripetere il processo eseguito con la sola acqua; in caso di sporco ostinato si può sostituire il panno con una spugna da cucina e utilizzare il lato abrasivo per il telaio e le superfici interne;
  • Risciacquare bene il primo panno, immergerlo nel contenitore con la sola acqua e risciacquare il serramento;
  • Asciugare le superfici trattate con carta da cucina o di giornale.

Mentre si eseguono le pulizie dei serramenti in PVC, inoltre, si può cogliere l’occasione per verificare il corretto funzionamento della ferramenta e l’elasticità delle giunture e, se necessario, applicare oli lubrificanti sulla prima e spray siliconici sulle seconde.

GLEM Expo realizza serramenti in PVC su misura, offrendo un’ampia gamma di soluzioni, la consulenza per decidere la più adatta per il cliente e l’assistenza per la sua posa in opera: scopri di più contattandoci.